In itinere la revisione della disciplina agevolativa delle imprese sociali, culturali e creative

La misura Imprese dell’economia sociale è l’agevolazione messa a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico per promuovere la diffusione e il rafforzamento dell’economia sociale, sostenendo la nascita e la crescita delle imprese che operano, in tutto il territorio nazionale, per il perseguimento di meritevoli interessi generali e finalità di utilità sociale.

Si rivolge alle:

  • Imprese sociali, di cui all’art. 1 del d.lgs. 112/2017 – provvedimento che dal 20 luglio 2017 ha abrogato il previgente d.lgs. 155/2006 – iscritte nella sezione speciale delle imprese sociali del Registro delle imprese, purché costituite in forma di società (di persone o di capitali)
  • Cooperative sociali, di cui alla legge 381/1991 e relativi consorzi, iscritte nella categoria «cooperative sociali» dell’Albo nazionale delle società cooperative del Ministero dello sviluppo economico- dal 20 luglio 2017 le cooperative sociali hanno acquisito la qualifica di imprese sociali (art. 1, comma 4, del d.lgs. 112/2017)
  • Società cooperative con qualifica di ONLUS, di cui al d.lgs. 460/1997, iscritte nell’Albo nazionale delle società cooperative del Ministero dello sviluppo economico e nell’Anagrafe unica delle ONLUS, presso il Ministero dell’economia e delle finanze

Finanzia i programmi di investimento proposti dalle imprese operanti nell’ambito dell’economia sociale. I programmi di investimento devono prevedere spese ammissibili, al netto di IVA, non inferiori a 200.000,00 euro e non superiori a 10.000.000,00 di euro.

Le agevolazioni

Consistono nella concessione di un finanziamento di durata fino a 15 anni, comprensiva di un periodo di preammortamento massimo di 4 anni al tasso agevolato dello 0,5 per cento annuo.

Revisione della disciplina agevolativa, in itinere

In data 11 giugno 2020 il Ministro dello sviluppo economico ha firmato il decreto che apporta le “modifiche al DM 3 luglio 2015 recante agevolazioni per le imprese per la diffusione e il rafforzamento dell’economia sociale”.

Il decreto ministeriale 3 luglio 2015 rappresenta il provvedimento con cui è stato istituito il presente regime di aiuto.

La modifica di questo provvedimento rappresenta la base per procedere con la revisione dell’intera disciplina normativa che regola lo strumento.

Le disposizioni contenute nel decreto 11 giugno 2020 si applicheranno – tenuto conto dell’adozione preliminare dei decreti di modifica al decreto interministeriale 14 febbraio 2017 e al decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2017 che ne recepiscono le modifiche – dalla data di emanazione del decreto del direttore generale per gli incentivi alle imprese attuativo dei citati decreti ministeriali.

Bando collegato